CMS: Come funzionano - Mirco B

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavori in Corso

Il Modulo CMS

Un Content Management System, in italiano Sistema di gestione dei contenuti, è  uno  strumento software, istallato su un server web,  il cui  compito
è facilitare la gestione dei contenuti di siti web, siano essi semplici testi o fotografie.
Esistono CMS specializzati, cioè appositamente   progrttati per  un  tipo  di  contenuti ( un'enciclopedia on line, un blog, un forum, una  rivista  ecc. )
e CMS generici, che tendono a essere più flessibili per consentire la pubblicazione di diversi tipi di contenuti.
Tecnicamente, un CMS è un'applicazione lato server che si appoggia  su  un  database  preesistente  per lo staccaggio dei  contenuti;  l'applicazione
è  suddivisa in  due parti: la sezione  di  amministrazione (back end), che  serve ad  organizzare e  supervisionare la  produzione  dei  contenuti,  e la
sezione applicativa (front end), che l'utente web usa per fruire dei contenuti del sito.
L'amministratore del CMS, che  ne l nostro  caso  è  il proprietario  del  sito web, può  quindi gestire dal proprio PC, tramite un pannello di interfaccia
e controllo, i contenuti da inserire o modificare.

Vantaggi dei CMS
Un CMS permette di costruire e aggiornare un sito, anche  molto  grande, senza necessità  di  scrivere  una riga di HTML  e  senza  conoscere  alcun
linguaggio di programmazione lato server (come PHP) o progettare un'apposito database.
L'aspetto esteriore delle pagine può essere personalizzato scegliendo un foglio di stile CSS appositamente progettato per un determinato CMS.
I flat file CMS, detti  anche text-based CMS, sono dei  content  management system   che si basano  su  file  di  testo  (quasi sempre file XML)  e  che
per questo non necessitano di alcun database come MySQL, PostgreSQL, ecc.
Questi CMS sono facilmente installabili e dunque sono particolarmente adatti ai siti personali o per i siti di piccole comunità.

Limiti dei CMS
Un CMS è tanto più efficiente quanto più è specializzato.
Molti piccoli portali fanno uso di CMS (scritti da altri e messi  a  disposizione  gratuitamente  o  a  pagamento)  di tipo generico; per quanto un  CMS
possa essere flessibile, un sito basato su questa struttura  in genere presenta un  aspetto poco personalizzato in  quanto non è  possibile  intervenire
direttamente sul codice sorgente del prodotto per modificarlo. I contenuti  saranno  sempre  ancorati  a  quanto  previsto  in  fase  di  progettazione
da chi ha progettato il CMS e non alle esigenze di chi pubblica il sito.
Problemi di gestione possono derivare dal fatto che chi pubblica o gestisce il  sito può usare il CMS per intervenire  sui  contenuti  e  sull'aspetto, ma
generalmente (caso del software proprietario) non  è  in grado  di  intervenire direttamente  (o far intervenire)  sulla struttura del CMS stesso;  questo
è un limite strettamente connesso al vantaggio primario dei CMS: pubblicare  un  portale senza doverne  progettare la struttura  o  senza  possedere
le  conoscenze  tecniche  (o  le  risorse  finanziarie)  per  uno  sviluppo  personalizzato.  Tuttavia  esistono  anche  CMS  particolarmente  evoluti  che
permettono di scrivere direttamente sul database. È il caso per esempio di alcuni CMS proprietari.
Quindi tenuto conto dei pro e dei contro, una scelta che offre un buon compromesso  è  quella di utilizzare un software  di progettazione  di siti web
insieme con un CMS generico che si occupa di gestire solo le parti di testo  o foto che devono essere aggiornate con  più  frequenza  rispetto  al sito
intero.


Testa il CMS

Home Page | Bio | Lavori in Corso | Customer | Area Download | Di tutto di più | MircoB.log | Discutiamone | Contatti | Mappa generale del sito
25/10/2016
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu