BASTA con le newsletter invadenti!! - Mirco B log - Mirco B

Vai ai contenuti

Menu principale:

BASTA con le newsletter invadenti!!

Mirco B
Pubblicato da in Informazione ·
Tags: newsletterpubblicità



Prima che arrivassero i social network e i feed RSS, le news letter erano l'unico mezzo per diffondere aggiornamenti alle masse ed è ancora oggi impiegato in diversi campi.
Gli store on-line ma anche forum, blog e siti d'informazione utilizzano le newsletter per inviare via e-mail offerte, pubblicità di nuovi prodotti o aggiornamenti rilevanti agli iscritti. La frequenza d'invio è variabile e può essere giornaliera, settimanale, mensile o saltuaria.
L'iscrizione alle newsletter generalmente richiede la nostra approvazione, ma non sempre è così. Nei form di registrazione che vengono compilati per fare acquisti sugli store on-line, ad esempio, è sempre presente un'opzione per iscriversi alla newsletter. Se non si desidera ricevere gli aggiornamenti via e-mail, basta rifiutare l'iscrizione. Qualora si voglia, invece, annullare l'iscrizione a una newsletter e rimuovere il proprio indirizzo di posta dall'elenco dei destinatari, la procedura non è altrettanto intuitiva come nel caso della sottoscrizione.

Pubblicità addio

Mentre da un lato possono essere un efficiente mezzo per restare aggiornati su promozioni e novità, dall'altro le newsletter possono diventare molto fastidiose. Questo mezzo è infatti utilizzato anche per divulgare lo spam e basta guardare la posta in arrivo per accorgersene.
Con molta probabilità, una buona percentuale delle e-mail presenti appartengono alla categoria spam e contengono offerte promozionali di prodotti che forse nemmeno ci interessano. I filtri antispam possono arginare il problema, ma in molti casi le tecniche adottate riescono ad eluderlo e l'unica soluzione sarà annullare l'iscrizione alle newsletter troppo invadenti.
Più facile a dirsi che a farsi, perche spesso i collegamenti che permettono di annullare l'iscrizione sono nascosti o del tutto assenti.
In questo caso non resta altro che aggiungere manualmente l'indirizzo all'elenco della posta indesiderata, ma se utilizziamo Gmail o Outlook.com avremo a disposizione un'arma in più contro lo spam.
Si chiama Unsubscribe, ed è la funzione che consente di annullare facilmente la sottoscrizione alle newsletter.

Ecco come ripulire la casella di posta elettronica

Nella maggior parte dei casi, il collegamento per annullare l'iscrizionead una newsletter è presente nelle e-mail che si ricevono.



Se non c'è, una soluzione è di aggiungere manualmente il mittente alla lista degli indesiderati (segnala come spam).

La funzione Unsubscribe viene in soccorso agli utenti Gmail mettendo il collegamento per annullare la sottoscrizione in testa al messaggio.



Apriamo un messaggio inviato dalla newsletter, clicchiamo sul collegamento Annulla iscrizione presente alla destra del mittente e confermiamo.

Outlook.com fa anche di meglio permettendo di agire su più newsletter:

Passo 1 - selezionare Posta in arrivo
Passo 2 - espandere il menù Visualizza
Passo 3 - selezionare Newsletter
Passo 3 - spuntare le newsletter da eliminare
Passo 4 - cliccare su Organizza/Elimina tutto da
Passo 5 - spuntare Blocca anche messaggi futuri
Passo 6 - confermare il tutto



Ed infine esiste anche un servizio on line di gestione delle newsletter: Unroll-me (www.unroll.me)



E' una brillante soluzione per scremare le newsletter ed evitare così che intasino la casella di posta elettronica.
Il servizio però supporta solo gli account di Gmail e Google Apps e per l'utilizzo richiede esclusivamente di indicare l'indirizzo e-mail da gestire ( quindi il proprio!).
Dopo la scansione, Unroll.me mostrerà l'elenco dei mittenti che inviano newsletter. Ora basta selezionare quelle da eliminare e organizzare in categorie le altre in modo da avere una visione più pulita ed immediata delle newsletter.
Da tenere presente che Unroll.me memorizza le newsletter eliminate in modo che, se dovessimo ripensarci, possiamo sottoscriverle di nuovo in qualsiasi momento.






Nessun commento

17/05/2017
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu