UNetbootin - come creare USB bootabili in modo semplice e veloce! - Mirco B log - Mirco B

Vai ai contenuti

Menu principale:

UNetbootin - come creare USB bootabili in modo semplice e veloce!

Mirco B
Pubblicato da in Informazione ·
Tags: USBchiavettainstallazionelinux
Oggi presentiamo questo comodissimo tool che vi permette creare CD/DVD o chiavette USB bootabili di un sistema operativo a vostra scelta; è inoltre possibile eseguire una "Frugal Installation" sul proprio disco nel caso non ci fosse una USB disponibile!



Potete scaricarlo dal sito "UNetbootin - Homepage and Downloads" dove troverete anche moltissime info e FAQ.

I requisiti per usare questo programma sono davvero semplici ovvero:
- Microsoft Windows dalla versione 2000 a 7, Linux o Mac OSX da 10.5 in poi;
- La connessione internet nel caso si debba ancora scaricare la distro da installare, altrimenti il file ISO della stessa.

NOTA: Con UNetbootin NON è possibile creare USB bootabili da Mac

Nel caso in cui dovessimo ancora scaricare l'immagine del S.O. da installare, troveremo l'opzione per farlo fare in automatico a UNetbootin, selezionando la distro desiderata.
Ecco la lista dei Sistemi Operativi e Utility che questo programma può procurarsi da solo:

- Arch Linux - distribuzione leggera ottimmizzata per la velocità e la flessibilità
- BackTrack - distribuzione focalizzata sull'analisi di rete e test di intrusione
- CentOS - clone libero di Red Hat Enterprise Linux
- CloneZilla - distribuzione usata per effettuare copie di sicurezza dei propri file
- Damn Small Linux - distribuzione minimalista studiata per vecchi computer
- Debian - distribuzione sviluppata dalla comunità, supporta una larga varietà di architetture e offre una grande varietà di pacchetti
- Dreamlinux - distribuzione facile da usare basata su Debian
- Dr.Web AntiVirus - è un kit di emergenza anti-virus utile per ripristinare un sistema a seguito di un attacco virale
- Elive - distribuzione basata su Debian con il gestore finestre Enlightenment
- Fedora - distribuzione sponsorizzata dalla comunità Red Hat che propone software libero ed open source d'avanguardia
- FreeBSD - sistema operativo di tipo Unix studiato per la scalabilità e le prestazioni
- FreeDOS - sistema operativo libero compatibile con MS-DOS
- FreeNAS - distribuzione embedded open source per NAS (Network-Attached Storage) ed è basata su FreeBSD
- Frugalware - distribuzione basata su Slackware per utenti avanzati
- GeeXboX - distribuzione Linux con integrato un Media center
- gNewSense - distribuzione FSF-endorsed basata su Ubuntu con tutti i componenti non free rimossi
- Gujin - boot manager grafico che può avviare vari volumi e files
- Kaspersky Rescue Disk - rileva e rimuove malware da una installazione Windows
- Kubuntu - distribuzione derivata di Ubuntu basata sul desktop KDE
- LinuxConsole - distribuzione desktop per giocare, facile da installare, facile da usare e veloce nell'avvio
- Linux Mint - distribuzione di facile uso basata su Ubuntu che include di default codecs proprietari addizionali e altro software
- Lubuntu - derivato ufficiale Ubuntu con desktop LXDE
- Mandriva - distribuzione di facile uso precedentemente conosciuta come Mandrake Linux
- MEPIS - basata su Debian, SimplyMEPIS è una versione con interfaccia basata su KDE, mentre AntiX è una versione leggera per computer non recenti
- NetbootCD - CD ridotto che scarica e avvia il processo di installazione via rete per altre distribuzioni
- NimbleX - piccola ma versatile distribuzione basata su Slackware. E' creata usando gli script linux-live, e ha KDE come desktop
- Offline NT Password e Registry Editor - possono ripristinare la password di Windows e modificare il registri di Windows 2000-Vista
- openSUSE - distribuzione di facile uso sponsorizzata da Novell
- Ophcrack - permette di scoprire le password di Windows
- Parted Magic - include il gestore di partizioni GParted ed altre utilità di sistema che permettono manipolare dischi e partizioni in qualsiasi modo
- Puppy Linux - distribuzione leggera e studiata per i computer meno recenti
- Sabayon Linux - distribuzione Live DVD, basata su Gentoo, che fornisce il pacchetto binario Entropy in aggiunta al sorgente basato su Portage
- Salix - distribuzione GNU/Linux basata su Slackware (pienamente compatibile) ed è semplice, veloce e facile da usare
- Slax - distribuzione basata su Slackware con KDE
- SliTaz - micro distribuzione leggera ed orietata al desktop
- Smart Boot Manager - bootloader che può superare alcune delle limitazioni e bug relativi all'avvio del BIOS
- Super Grub Disk - bootloader che può svolgere svariate azioni di recupero sull'MBR e su vari bootloader
- Super OS - distribuzione derivata non ufficiale di Ubuntu e include software aggiuntivi rispetto alla cversione originale. Richiede una unità USB da almeno 2 GB per essere installata
- Ubuntu - distribuzione con interfaccia molto intuitiva basata su Debian. E' attualmente la distribuzione Linux desktop più popolare
- xPUD - distribuzione leggera, con un browser web e un riproduttore multimediale
- Xubuntu - derivazione Ubuntu basata sul desktop XFCE
- Zenwalk - distribuzione basata su Slackware con XFCE

Passiamo ora al procedimento per creare la vostra USB bootabile!
Nel caso abbiate già la ISO necessaria, questi sono i passi da seguire:

1. Eseguire UNetbootin, spuntare l'opzione "diskimage"


2. Selezionare il file specificandone il suo percorso


3. Selezionare il tipo e il nome della destinazione e premere OK per far partire il tutto


Se avete intenzione di utilizzare Ubuntu LIVE e vorreste preservare dei file anche dopo il riavvio del sistema, avrete la possibilità di scegliere la quantità di memoria adibita al salvataggio di questi file:



Per poter usare il programma su un sistema GNU/Linux, dovrete prima rendere eseguibile il file di UNetbootin, potete farlo andando su Properties -> Permissions e spuntando "Execute"; altrimenti farlo da terminale digitando la stringa "chmod +x percorso_file".
Avviare quindi l'applicazione la quale vi chiederà i permessi amministrativi (dovrete digitare la vostra password); fatto questo la procedura è uguale a quella di Windows.

Nel caso non foste muniti del file ISO, potete scaricarlo selezionandolo qui:

Dovrete spuntare "Distribution", selezionare la distro che volete ed infine la versione.



Avendolo provato un centinaio di volte, vorrei aggiungere che può essere che a volte la USB alla fine non funzioni correttamente come bootabile, in questo caso basta semplicemente rifarla.
Inoltre accertatevi che non sia il file ISO ad avere problemi e, per una maggior sicurezza di buona riuscita, prima di tutto formattate la chiavetta in FAT32.
Nonostante il sito ufficiale di UNetbootin non garantisca ancora la funzionalità su versioni di Windows successive a 7, vi posso dire che l'ho provato sia su Win8 che su 8.1 e funziona!

Una volta finito tutto il processo di creazione, vi chiederà se riavviare o meno il PC, nel caso vogliate installare subito il vostro OS.
A quel punto non dovrete fare altro che bootare dalla chiavetta ed iniziare la vostra installazione! 







Nessun commento

17/05/2017
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu