Partizionare un hard disk con GParted - Mirco B log - Mirco B

Vai ai contenuti

Menu principale:

Partizionare un hard disk con GParted

Mirco B
Pubblicato da in Informazione ·
Tags: MBRGPartedPartizionarePartizioni
LiveCD

Avendo a che fare con i computer prima o poi si incappa nella parola chiamata partizione. Questa parola, riferita a un hard disk, indica che un hard disk è logicamente diviso in più unità; questa situazione può essere favorevole in quanto si possono tener divisi Sistema Operativo e dati. Installando il sistema operativo c'è sempre la possibilità di creare partizioni sul disco, ma raramente i sistemi operativi (almeno quelli di casa Microsoft) mettono a disposizione dei tool che permettono di modificare le partizioni una volta che il sistema operativo è installato. Ci si può quindi trovare nella situazione in cui si voglia dividere un disco in più partizioni, ma anche unire più partizioni in un unica partizione. Per queste operazioni ci si deve affidare a prodotti esterni, spesso e volentieri a pagamento. Quindi visto che esiste, optiamo per un software gratuito: GParted.

GParted GParted

Una volta scaricata l'immagine del CD dovete ovviamente masterizzarla (ad esempio con NERO), quindi riavviare il computer con il cdrom inserito nell'unità. In questo modo al riavvio il computer caricherà il cdrom, dato che contiene file di avvio, e potrete utilizzare l'utility; accertatevi però che il boot sia impostato per avviare prima da cdrom (fate riferimento al manuale della vostra scheda madre).

Avviare GParted

Una volta riavviato il computer e atteso il caricamento dal cdrom, si deve premere Invio per avviare (oppure attendere 20 secondi), quindi attendere che il programma si carichi. Quindi si seleziona l'opzione "Skip extra boot options" (selezionata di default) e si da OK premendo il tasto Invio. Si attende quindi nuovamente che vengano caricato tutto il necessario.
Si passa quindi alla selezione della lingua; per questa guida si utilizzerà l'inglese, ma nessuno vieta, nel caso ci si trovi a proprio agio con altre lingue, di utilizzarne una diversa. Selezioniamo quindi US English e premiamo OK (sempre con il tasto Invio). Ora è la volta di selezionare le impostazioni per la tastiera; trovandoci in Italia è logico pensare di utilizzare una tastiera italiana, quindi scegliamo QWERTY/it.map. L'operazione successiva è quella di impostare lo schermo, infatti ci viene chiesto di impostare la profondità del colore (di default su 24) e successivamente la risoluzione dello schermo (controllate prima le impostazioni sul vostro desktop, ma diciamo che risoluzioni come 1024X768 o 1280X1024 vanno più che bene). A questo punto l'unica cosa che rimane da fare è quella di attendere che tutto il sistema si avvii.

Gestire le partizioni

Chi ha già avuto a che fare con sistemi linux troverà l'interfaccia grafica molto familiare, ma anche chi non l'ha mai utilizzato e proviene da altri sistemi si troverà facilmente a suo agio. La finestra che si apre mostra lo stato dell'hard disk selezionato con tutte le sue partizioni; un doppio click sulla partizione permette di aprire una finestra con varie informazioni sullo stato della partizione.
E' possibile individuare quindi il FileSystem utilizzato dalla partizione, lo spazio utilizzato e quello disponibile, l'etichetta della partizione e altre informazioni.
Vediamo ora quali sono le operazioni comuni per la gestione delle partizioni.

Innanzitutto è da tener presente che tutte le modifiche che si fanno sulle partizioni vanno a interessare lo spazio libero della partizione stessa, quindi se ad esempio si ha una partizione da 20GB con 10 GB liberi, si potrà ridurre la partizione fino a una dimensione minima di 10 GB e utilizzare i rimanenti per altri scopi.

Modificare la dimensione della partizione
Per modificare la dimensione della partizione è sufficiente selezionarla e quindi selezionare il comando Resize/Move tramite il tasto sulla barra degli strumenti (oppure accessibile dal menu del tasto destro); dalla finestra che si apre è possibile ridimensionare la partizione in 2 modi:
posizionando il cursore all'inizio o alla fine della partizione, tener premuto il tasto sinistro del mouse e trascinandolo verso l'interno della partizione per diminuirne le dimensioni o verso l'esterno per aumentarle (è possibile ridimensionare la partizione sia all'inizio che alla fine)
variando le dimensioni inserendole manualmente nei campi preposti (posti sotto lo schema della partizione).

Unire due partizioni
Non esiste un comando vero e proprio che permetta l'unione delle partizioni, ma si può utilizzare un trucchetto per poterlo fare; questa operazione è possibile a patto che una delle due partizioni sia vuota.
Per unire le partizioni è sufficiente selezionare una delle due partizioni ed eliminarla, quindi ridimensionare la partizione rimanente in modo che vada ad occupare tutto lo spazio rimasto.

Modificare il FileSystem di una partizione
E' possibile assegnare ad ogni partizione un FileSystem a quello attualmente utilizzato, semplicemente selezionando la partizione e quindi indicando il FileSystem da assegnare dal menuy Partition - Format to.

Apply e Undo
Tutte le operazioni che si compiono sulle partizioni non vengono applicate istantaneamente, vengono memorizzate e processate alla fine. E' quindi sempre possibile annullare qualsiasi operazione premendo il tasto "Undo" sulla barra degli strumenti. Quando alla fine si è soddisfatti del lavoro basta premere il pulsante "Apply" sulla barra degli strumenti per iniziare il processo di aggiornamento delle partizioni.

Sicurezza per i dati
Le operazioni che si compiono con GParted sono piuttosto sicure, ossia limitano al minimo la perdita di dati; questo è dovuto soprattutto al fatto che tutte le operazioni vengono compiute sullo spazio libero di ogni partizione, quindi i dati non sono interessati dai processi di modifica. In ogni caso, come tutte le volte in cui si compiono operazioni delicate, è bene fare una backup di tutti i dati importanti prima di eseguire qualsiasi operazione.

Uscire da GParted e riavviare il computer

Una volta concluse le operazioni si deve uscire da GParted. E' sufficiente premere il tasto rosso in basso a destra sullo schermo e selezionare un'opzione:
Eject & reboot per rimuovere il cd di GParted e riavviare il computer
Reboot per riavviare solamente il computer.
Una volta riavviato il computer date un occhio al risultato del vostro lavoro: se siete soddisfatti e tutto è andato come dovuto mettete in un luogo sicuro questo senz'altro utile strumento.






Nessun commento

17/05/2017
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu