Mirco B log - Mirco B

Vai ai contenuti

Naviga nelle rete proibita

Mirco B
Pubblicato da in Informazione · 8 Marzo 2014
Tags: censurabloccositipirata

In Italia, ogni mese vengono censurati diversi siti Web, il più delle volte perchè usati per distribuire materiale illegale. Siti dove i pirati condividono di tutto, dai film in sala ai programmi craccati, senza dimenticare MP3, riviste digitali, Ebook e molto altro ancora. Si calcola che sono già più di 6.300 i siti oscurati dalle forze dell'Ordine: per averne un dettaglio si può consultare il sito: http://censura.bofh.it

Spesso però questi siti risiedono su server di Paesi stranieri e il provvedimento adottato dall'autorità giudiziaria consiste nell'oscuramento da parte dei vari provider italiani. Ecco perchè, sfruttando alcuni trucchi, è possibile accedervi ugualmente.

Gli strumenti usati sono diversi e possono comprendere l'uso di VPN, proxy, DNS aperti, plugin per browser a tanto altro ancora.........

Eccovi una piccola guida su come scavalcare queste restrizioni, non solo dal PC, ma anche da smarphone e tablet.

SENZA BLOCCHI COL TRADUTTORE




Può capitare che un sito sia inacessibile e che non sia possibile installare sul pc in uso alcun software per creare una rete VPN. In questo caso basta ricorrere al traduttore di google. Su http://translate.google.it si copia il link della pagina bloccata e si clicca su Traduci. Dopo alcuni istanti il browser restituisce la pagina cercata.

PROXY VIA BROWSER



Un modo veloce per navigare i siti oscurati è quello di ricorrere ad un Web Proxy. Qui c'è solo l'imbarazzo della scelta:

Hyde my ass (www.hidemyass.com)
Anonymouse (http://anonimouse.org)
Kproxy (http://kproxy.com)
JollyProxy (www.jollyproxy.com)
Zendproxy (www.zendproxy.com)
Webprozy (www.webproxy.net)

tanto per citarne alcuni. Usarli è molto semplice: ci si collega alla pagina di uno di questi servizi, e nell'apposito campo va inserito il link del sito oscurato e si preme Invio.
Diversi web Proxy offrono anche plugin che consentono di usare il servizio direttamente dal browser.

I DNS DI GOOGLE



Spesso i siti sono oscurati dai provider a livello di Domain Name System. Per aggirare tali blocchi è sufficiente usare DNS alternativi come ad esempio quelli di Google.
Come si vede in figura, basta aprire le proprietà della scheda di rete, selezionare protocollo Internet versione 4 (TCP IP V4) e cliccare su proprietà; spuntare la voce Utilizza i seguenti indirizzi server DNS e immettere come preferito i valori 8.8.8.8 e come alternativo invece i valori 8.8.4.4
Su device iOS si va  in Impostazioni/Wi-Fi si tocca l'icona blu con la lettera i per visualizzare la configurazione di rete, si tocca il campo DNS e si modifica il valore presente con quello dei DNS di Goolge.
Su device Android si ricorre all'applicazione SET DNS scaricabile da Google Play.
Ci sono per finire diversi router che consentono di impostare DNS diversi da quelli del provider: di solito si tratta di modelli non forniti in comodato d'uso.
In questo caso basta accedere al pannello di controllo del router e impostare manualmente i DNS di google: in questo caso tutti i PC connessi alla LAN navigano senza i filtri del provider.

VPN PER ANDROID

Sui device Android si può configurare una VPN per navigare nei siti e servizi bloccati in Italia, proprio come su un PC. Per farlo ci si procura i parametri di un server VPN gratuito da www.vpngate.net/en.
Su Android vanno in Impostazioni/Wireless e reti alla voce Altro : qui alla voce VPN si tappa su +,  si assegna un nome qualsiasi alla connessione, in Tipo si imposta L2TP/IPSec PSK e si inserisce l'indirizzo del server VPN. Si tappa Mostra opzioni avanzate e in Chiave pre-condivisa IPSec si digita 0.0.0.0/0 poi si salva il tutto. Ora si seleziona la VPN appena creata e in Nome Utente e Password si inserisce la parola vpn, quindi si tappa Connetti per navigare in libertà.

VPN PER IOS

Anche sui dispositivi della mela è possibile configurare una VPN. Come per Android, ci si procura i dati del server da configurare (www.vpngate.net/en), ci si sposta poi in Impostazioni/Generali/VPN e si tappa Aggiungi conf. Viene creata una nuova connessione L2TP VPN e mostrata la finestra di configurazione con i vari campi da compilare.
In Descrizione si inserisce come al solito un nome qualsiasi, si digita l'indirizzo del server VPN, il nome dell'account, la Password e la parola Segreto. Si lasciano così come sono le altre opzioni e si conferma il tutto con Salva. Fatto questo si seleziona la connessione appena creata e si mette sul verde il tasto VPN. A connessione avvenuta apparirà l'icona VPN in alto nella barra.

LO SBLOCCA-TV DALL'ESTERO

Diversi canali stranieri come la BBC trasmettono le dirette di diversi eventi sportivi come il campionato di formula 1. Questi canali, però, sono visualizzabili soltanto se ci si connette con un IP dello stesso paese. Per aggirare l'ostacolo si ricorre come al solito ad alcuni server Proxy che permettono di essere riconosciuti come  utenti inglesi. Tra questi c'è anonimoX , un componente aggiuntivo per Firefox installabile da Componenti aggiuntivi. Per avviarlo si clicca sull'icona del plugin nelle barra in basso e si mette la spunta su Active. AnonimoX si collega ad un server Proxy e ne visualizza la nazionalità attraverso una bandierina. Quindi per visualizzare i canali della BBC si seleziona uno per volta i server disponibili nel pannello Identities. fino a trovarne uno con la "Union Flag" (bandiera inglese). Fatto questo, ci si collega al sito www.bbc.co.uk per visualizzare i canali dell'emittente anglosassone.

SOCKS: PER NON LASCIARE TRACCE DELLA NAVIGAZIONE


Il Socks è un protocollo che consente di collegarsi attraverso un Proxy in modo da nascondere il proprio IP e navigare così in assoluto anonimato. Per trovare dei server Socks gratuiti si può consultare le liste dei siti:

www.aliveproxy.com/socks5-list
www.xroxy.com/proxy-type-Socks5.htm
www.proxz.com
www.samair.ru/proxy/socks01.htm

Per connettersi attraverso questi server, si ricorre ad un componente aggiuntivo per Firefox chiamato FoxyProxy. Dopo averlo installato, si va nelle Opzioni del plugin e si clicca Nuovo proxy per aggiungere l'IP e la porta del server Socks da configurare. Quindi click su OK per salvare il tutto. Quando si vuole navigare in anonimato, basta cliccare sull'icona di FoxyProxy presente nella barra in basso a destra di Firefox e selezionare il server desiderato.

TORRENT SENZA RATIO

I tracker privati ( ai quali spesso si accede tramite invito ) effettuano un controllo sulla ratio, cioè il rapporto tra GB scaricati e GB uplodati, in modo da obbligare gli utenti a condividere i file scaricati, evitando così che vengano a mancare le fonti.
Chi non rispetta la ratio imposta viene bannato o gli vengono bloccati i download fino a auando non la ripristina.
Per aggirare le limitazioni sulls ratio, abbiamo due soluzioni, la prima è quella di registrare un nuovo utente ogni volta che la ratio ha superato le soglie minime utilizzando un indirizzo email fittizio o temporaneo. La seconda soluzione consiste nel falsificarla con programmi tipo RatioMaster (
http://ratiomaster.net): aggiungere il torrent a RatioMaster, impostare la velocità di Upload ad un valore compreso tra 0 e 70 kb/s, impostare Finished a 100 e cliccare su Start.



HULU, NETFLIX, PANDORA....

Diversi servizi di streaming video e musicali non sono accessibili in Italia, ma esiste un modo per connettersi ugualmente.
Basta ricorrere a Hola, un plugin per Firefox o Chrome che si installa da
http://hola.org. Fatto ciò ogni volta che si vuole accedere ad un sito bloccato nel nostro paese, una finestra chiederà se sbloccarlo o meno.










Nessun commento

22/07/2019
Privacy Policy
Torna ai contenuti